CLIX False Beginners (1)

Iniziare per la prima volta o semplicemente ricominciare tutto da capo.

Provo a tradurre il corso fai-da-te in Unix e CLIX di cui al link qui sopra. Tale corso usa CLIX piuttosto che la linea di comando dell'applicazione Terminale. La versione attuale del download di CLIX contiene 5000 comandi: tanti per coloro che gia' conoscono l'applicazione, ma probabilmente troppe per chi la usa per la prima volta.

Per iniziare spieghiamo cosa e' CLIX e come funziona.

Cos'e' CLIX

Questo argomento presume che si sappia cosa e' la linea di comando. Se non lo sapete, dovrete cercare altrove questa informazione, poi potrete pensare di continuare qui. CLIX e' semplicemente un modo comodo e sicuro per raccogliere comandi Unix e evitarsi il tedio di doverli ridigitare ogni volta. Gli amministratori di Unix possono destare meraviglia quando, con gran facilita', digitano linee di comando di 250 caratteri. Ma e' un tale spreco di tempo... e probabilmente e' una cosa che non vorrebbero dover fare ogni volta. CLIX si rifa' al motto di George Foreman "set it and forget it" (impostalo e dimenticatene) - scrivilo una volta e poi usalo quante volte vuoi.

[Questo corso presume l'utilizzo di OS X 10.6 per via di molte sottili ma importanti differenze sintattiche dalle versioni precedenti]

CLIX e' parte essenziale delle utility nella manutenzioni dei sistemi. Queste invariabilmente celano sotto un velo alcuni script di manutenzione. Vuoi per lucro, vuoi per orgoglio, vuoi per entrambi, questi comandi vengono nascosti e impediscono un utilizzo del sistema al pieno del suo potenziale. Tante volte hanno avuto anche gravi e pericolose mancanze. Controllando voi stessi il potenziale di Unix, potrete evitare trappole e mantenere un controllo totale del computer. CLIX e' un'applicazione molto popolare per OS X, ha avuto riconoscimenti e premi, e' stata votata Numero Uno tra i power tool per OS X da iCreate Magazine. Apprezzamenti tipici sono: "stupefacente", "impressionante", "superbo", "senza eguali", "di un'altra categoria"... CLIX e' gratuito. Nessun vincolo. E' proprio libero. Piu' di 150 ingegneri alla Apple lo hanno e anche molti dei Mac nelle filiali Nasa degli Stati Uniti. In questa pagina c'e' un link per scaricarlo.

La "scheda di comando" di CLIX

Tutto si gestisce dal menu Modifica (Edit in inglese?). Ecco come si presenta la "scheda di comando". Si invoca sia per creare un nuovo comando, sia per modificarne uno esistente. Si puo' creare un nuovo comando con Option-Command-Enter. Si modifica quello esistente con Command-Enter.


I record dei comandi di CLIX sono suddivisi in quattro campi. I primi tre sono valori arbitrari - aiutano a gestire e tenere ordinati i record (le righe). Il quarto e ultimo campo e' quello del comando stesso. Qui c'e' quello che CLIX esegue quando viene chiamato a farlo.

Nei campi "title", "category" e "description" si puo' inserire qualsiasi cosa si voglia. Le colonne "title" e "category" sono abilitate a un ordinamento doppio: cliccando sull'intestazione di una di queste due viene eseguito un ordinamento secondario anche sull'altra colonna.

Normalmente la colonna "title" e' usata per il nome del comando; "category" dipende dalle categorie che si intendono creare; "description" e' un altro campo arbitrario dove puo' essere messa qualsiasi cosa - note, ulteriori informazioni, etc.
Il campo Command Line e' cio' che sara' eseguito da CLIX. E' una singola linea. Sembra che possa contenere piu' linee, ma non e' cosi' [c'e' comunque il modo per inserire interi script in CLIX.]

Vi sono quattro tasti in fondo al foglio: "close", "copy", "run" e "save". Il tasto "close" chiude il foglio (senza salvare modifiche) in qualsiasi momento. Il tasto "copy" copia il risultato del comando nella clipboard. Il tasto "run" esegue il comando inserito e si tramuta in "stop" cosi' da permettere un'interruzione, volendo. Il tasto "save" natiralmente salva le modifiche apportate.

C'e' un altro campo, che normalmente risulta nascosto. Fate click all'estremita' sinistra del foglio, sotto il campo dell'output. Apparira' il campo "man page". Inserite qualcosa come "ls" e dare invio. Vedrete che avete richiamato la pagina del manuale Unix (man page) del comando che avete inserito. - in questo caso "ls".

Puo' essere che appaia per un attimo lo "spinner" (quella specie di ingranaggio che gira) mentre appare l'output e che scompare automaticamente quando il comando e' concluso. A questo punto anche il tasto "copy" risulta abilitato. E possibile copiare l'output corrente nella clipboard (e fare il "paste" in un text editor). Il tasto "run" non e' abilitato perche' non c'e' nessun comando da eseguire e il tasto "save" non e' abilitato perche' non c'e' nulla da salvare

Si puo' trascinare l'angolo del foglio per ridimensionarlo - il formato rimane uguale per tutte le invocazione seguenti.

Chiudendo il foglio e aprendone uno nuovo vedrete che l'ultimo comando di cui si e' chiesto la pagina man e' ancora scritto nel campo apposito.
[Vi sono altri modi di ottenere l'help di Unix; li vedrete piu' tardi.]

Creare un file

E' venuto il momento di creare un primo comando CLIX e poi salvarlo nel primo file di comandi. Aprite un nuovo foglio e compilatelo come segue:

title: ls
category: False Begin
description: list the current working directory
command line: ls


Cliccate "save". Usate l'abbreviazione da tastiera command-s per salvare il file nominandolo "falsebegin.clix".
E' necessario indicare l'estensione. CLIX apre automaticamente i file con l'estensione e puo' esserne usata una qualsiasi (o anche nessuna) se volete. (CLIX le aprira' comunque ma non tramite il doppio click.)
Ora con command-enter riaprite il comando e eseguitelo cliccando su "run".

[ndt: credo ci sia un'imprecisione nei passi da eseguire poiche' il sito originale vuole mostrare la differenza tra l'esecuzione di un comando che non e' stato salvato in un file e quella di un file salvato, ma manca l'indicazione di fare click su run prima di salvarlo. Vedendo la pagina originale con le figure comunque si capisce bene]

Dovreste avere un risultato differente. La ragione di cio' e' che CLIX vi protegge dai comportamenti strani che si potrebbero avere non avendo impostata una directory di lavoro corrente.

La directory di lavoro per ogni documento CLIX (per ogni finestra di CLIX) e' la directory in cui il documento risiede. La directory corrente di un documento che non e' stato ancora salvato e' la home directory. Non sara' mai la directory root ("/") a meno che non sia stato esplicitamente voluto. Per vostra sicurezza.

Cosa e' "ls"?

"ls" e' l'abbreviazione che Ken Thompson a scelto per "list". [...] Ken non era dell'opinione di perder tempo a digitare, cosi' i comandi Unix raramente contengono vocali. Si considera meglio perder un po' di tempo per imparare l'abbreviazione di un comando pittosto che digitarne per esteso il nome per il resto del tempo. Cosi' "ls" e' "list" e "list" significa "list directories". O meglio: il loro contenuto.

Senza nessuna aggiunta "ls" elenca - nella sua forma piu' semplice - la directory di lavoro attuale. La directory di lavoro attuale, come dice la parola stessa, e' un'indicazione di dove ti trovi all'interno del file system. L'applicazione Terminale usa sempre "CWD" (current working directory) e cosi' pure CLIX.
ls puo' anche essere completato da molti argomenti (talvolta chiamati switches). Sono indicati con un trattino seguito da un carattere. Gli switch possonoo essere raggruppati cosi' da non dover mettere un trattino per ognuno di essi.
ls accetta anche il nome di una directory di cui fare l'elenco. In questo caso gli switch devono precedere il nome della directory che si vuole elencare.
Possono essere indicate piu' directory.

Comprendere cosa significano tutti gli switch e' all'incirca la stessa cosa di comprendere cosa e' Unix e diventarne un mago. Questo corso approfondisce inizialmente il comando ls.

Inserirete i comandi da soli; le soluzioni saranno disponibili piu' avanti. Non abbiamo intenzione di darle subito - per ora dovrete cercarle da voi. Cliccando passivamente nei file dei comandi gia' preparati non pescherete nulla - non imparerete veramente a usare l'applicazione. Non cercate di giocare sporco - aspettando la soluzione - e studiate. Per il vostro bene.

La chiave per usare CLIX e' di perfezionare il comando che si vuol ottenere, salvarlo in modo da poterlo recuperare facilmente, e poi utilizzarlo con il doppio-click invece di doverlo ridigitare per intero ogni volta. Senza preoccuparsi di pericolosi errori di battitura una volta che il comando e' stato salvato dopo averlo provato e aver visto che funziona. Scriverlo una volta sola e eseguirlo tante volte.